News

Inseriamo in quest’area notizie ed articoli che consideriamo utili nell’interesse dei condòmini, nella consapevolezza di una non sempre facile interpretazione delle informazioni di settore da parte degli stessi, certi di poter offrire un piccolo contributo coerentemente con la nostra etica professionale.

 

logo anammiNel sito A.N.AM.M.I. Associazione Nazional-europea Amministratori d’Immobili sono presenti molte trattazioni esaustive rigurdanti le principali tematiche di sicuro interesse.
 

 

 

 

A garanzia dei condòmini: attestati di aggiornamento professionale per l’anno 2019 ai sensi del D. M. 140/2014.

ZULIANI DR. FABIO 2019

ZULIANI DR. DAVID 2019

 

A garanzia dei condòmini: attestati di aggiornamento professionale per l’anno 2018 ai sensi del D. M. 140/2014.

Dr. David Zuliani 2018Dr. Fabio Zuliani 2018

 

A garanzia dei condòmini: attestati di aggiornamento professionale per l’anno 2017 ai sensi del D. M. 140/2014.

Fabio Zuliani 2017David Zuliani 2017

A garanzia dei condòmini: attestati di partecipazione al convegno ANAMMI sulla “privacy”.

Zuliani David Convegno Privacy 16.06.2017

Zuliani Fabio CONVEGNO PRIVACY 16.06.2017

A garanzia dei condòmini: attestati di aggiornamento professionale per l’anno 2016 ai sensi del D. M. 140/2014.

Fabio Zuliani 2016 David Zuliani 2016

 

A garanzia dei condòmini: attestati di partecipazione al Convegno sul tema “L’Amministratore manager: l’operatività tra incombenze e scadenze condominiali”.Convegno 2016 -1 Convegno 2016

 

A garanzia dei condòmini: attestati di aggiornamento professionale 2015 ai sensi del D. M. 140/2014.

ZULIANI DR. FABIO-1

ZULIANI DR. DAVID 

CONSIGLI PER LA SCELTA DI UN BUON AMMINISTRATORE.

1. I requisiti professionali.

La legge di riforma nr. 220/2012 impone l’obbligo del diploma di scuola media superiore, oltre alla frequenza di un corso di formazione di base, l’assenza di qualsiasi condanna penale ed il costante aggiornamento.

2. Presenza della certificazione rilasciata dall’Associazione di categoria.

La legge nr. 4/2013 consente alle associazioni di rilasciare un attestato che comprova i requisiti professionali dell’Amministratore, previa verifica da parte della stessa associazione, legalmente responsabile.

3. Iscrizione presso una delle Associazioni di categoria.

L’appartenenza ad una di queste associazioni diventa sinonimo di garanzia nella scelta dell’Amministratore, per vari motivi: la formazione di base, il costante aggiornamento, le consulenze specializzate, la polizza assicurativa come prevista dalla legge di riforma del 2012.

4. Le capacità manageriali.

Un valido Amministratore deve sapersi occupare di risparmio energetico, sicurezza degli impianti, ristrutturazioni, adempimenti fiscali, ecc.

5. Le capacità di avvalersi di ausili informatici.

Gli attuali obblighi contabili, ma non solo, a carico dell’Amministratore, consigliano l’utilizzo del computer.

 

DECRETO 13 agosto 2014, n. 140

Regolamento recante la determinazione dei criteri e delle modalità per la formazione degli amministratori di condominio nonchè dei corsi di formazione per gli amministratori condominiali.

Art. 2

Finalità della formazione e dell’aggiornamento

1. Le attivita’ di formazione ed aggiornamento devono perseguire i seguenti obiettivi:

a) migliorare e perfezionare la competenza tecnica, scientifica e giuridica in materia di amministrazione condominiale e di sicurezza
degli edifici;
b) promuovere il più possibile l’aggiornamento delle competenze appena indicate in ragione dell’evoluzione normativa, giurisprudenziale, scientifica e dell’innovazione tecnologica;
c) accrescere lo studio e l’approfondimento individuale quali presupposti per un esercizio professionale di qualita’.

Art. 5

Svolgimento e contenuti dell’attività di formazione e di aggiornamento

1. Il corso di formazione iniziale si svolge secondo un programma didattico predisposto dal responsabile scientifico in base a quanto specificato al comma 3 del presente articolo. Il corso di formazione iniziale ha una durata di almeno 72 ore e si articola, nella misura di un terzo della sua durata effettiva, secondo moduli che prevedono esercitazioni pratiche.

2. Gli obblighi formativi di aggiornamento hanno una cadenza annuale. Il corso di aggiornamento ha una durata di almeno 15 ore e riguarda elementi in materia di amministrazione condominiale, in relazione all’evoluzione normativa, giurisprudenziale e alla
risoluzione di casi teorico-pratici.